logo Consulenza Integrata
LA FLESSIBILITÁ É IL SEGRETO PER ADATTARSI AL FUTURO
S5 offre la propria consulenza alle aziende per l’elaborazione e la gestione di tutta la documentazione necessaria al fine di adempiere alle prescrizioni normative in materia di igiene, salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
Search:

RIPARTE LA FORMAZIONE IN PRESENZA

RIPARTE LA FORMAZIONE IN PRESENZA

S5 è pronta a ripartire con la formazione in presenza “in aula”. Pertanto, oltre alle attività formative svolte in videoconferenza fino ad oggi, sono attivi anche corsi di formazione teorica e pratica “in aula” e negli spazi esterni applicando il protocollo generale anti – contagio COVID-19 per l’organizzazione degli spazi e del lavoro

In particolare S5 si impegnerà ad attuare il seguente PROTOCOLLO GENERALE PER LO SVOLGIMENTO DEI CORSI DI FORMAZIONE IN PRESENZA “IN AULA” in seguito alla pubblicazione delle Linee Guida per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative del 09.06.2020 nella Conferenza delle Regioni e delle Province autonome in continuità con le indicazioni di livello nazionale, in particolare con il protocollo condiviso tra le parti sociali approvato dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 26 aprile 2020, nonché con i criteri guida generali di cui ai documenti tecnici prodotti da INAIL e Istituto Superiore di Sanità con il principale obiettivo di ridurre il rischio di contagio per i singoli e per la collettività in tutti i settori produttivi ed economici.

  • Verrà predisposta una adeguata informazione sulle misure di prevenzione adottate dalla singola organizzazione, comprensibile anche per gli utenti di altra nazionalità.
  • Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in aula o alla sede dell’attività formativa in caso di temperatura > 37,5 °C.
  • Saranno resi disponibili prodotti igienizzanti per l’igiene delle mani per utenti e personale anche in più punti degli spazi dedicati alle attività, in particolare all’entrata e in prossimità dei servizi igienici, e promuoverne l’utilizzo frequente.
  • Verrà mantenuto l’elenco dei soggetti che hanno partecipato alle attività per un periodo di 14 giorni, al fine di consentire alle strutture sanitarie competenti di individuare eventuali contatti.
  • Verrà privilegiato, laddove possibile, l’organizzazione delle attività in gruppi il più possibile omogenei (es. utenti frequentanti il medesimo intervento; utenti della stessa azienda) e solo in subordine organizzare attività per gruppo promiscui.
  • Laddove possibile, con particolare riferimento alle esercitazioni pratiche, privilegiare l’utilizzo degli spazi esterni.
  • Gli spazi destinati alle attività saranno organizzati in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti; tale distanza può essere ridotta solo ricorrendo a barriere fisiche adeguate a prevenire il contagio tramite droplet.
  • Tutti gli utenti (docenti, discenti, tutor d’aula ecc.), considerata la condivisione prolungata del medesimo ambiente, saranno tenuti ad indossare la mascherina a protezione delle vie respiratorie per tutta la durata delle attività e procedere ad una frequente igiene delle mani con prodotti igienizzanti. Nel caso dei docenti, è possibile fare ricorso ad una visiera trasparente. Resta inteso che nelle attività pratiche dovranno essere utilizzati, se previsti, gli ordinari dispositivi di protezione individuale associati ai rischi della singola attività.
  • Sarà garantita la regolare pulizia e disinfezione degli ambienti, in ogni caso al termine di ogni attività di un
    gruppo di utenti, con particolare attenzione alle superfici più frequentemente toccate, ai servizi igienici e alle parti
    comuni (es. aree ristoro, tastiere dei distributori automatici di bevande e snack).
  • Eventuali strumenti e attrezzature saranno puliti e disinfettati ad ogni cambio di utente; in ogni caso sarà
    garantita una adeguata disinfezione ad ogni fine giornata. Qualora la specifica attività o attrezzatura preveda
    l’utilizzo frequente e condiviso da parte di più soggetti
  • Verrà favorito il ricambio d’aria negli ambienti interni. In ragione dell’affollamento e del tempo di permanenza degli occupanti, dovrà essere verificata l’efficacia degli impianti al fine di garantire l’adeguatezza delle portate di aria esterna secondo le normative vigenti. In ogni caso, l’affollamento deve essere correlato alle portate effettive di aria esterna.
Share Post