logo Consulenza Integrata
LA FLESSIBILITÁ É IL SEGRETO PER ADATTARSI AL FUTURO
S5 offre la propria consulenza alle aziende per l’elaborazione e la gestione di tutta la documentazione necessaria al fine di adempiere alle prescrizioni normative in materia di igiene, salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
Search:

Aggiornamenti Normativa Covid-19

Aggiornamenti Normativa Covid-19

In questo articolo è possibile scaricare i seguenti allegati:

– DPCM del 26 aprile 2020 del Presidente del Consiglio dei Ministri

– Versione 11 delle Indicazioni operative per la tutela della salute negli ambienti di lavoro non sanitari – Manuale per la riapertura delle attività produttive del 29 aprile 2020

– DGPRE del 29 aprile 2020 del Ministero della Salute

Si riportano in modo particolare indicazioni presenti al punto 7 sui dispositivi di protezione individuale (DPI) della Versione 11 delle Indicazioni operative per la tutela della salute negli ambienti di lavoro non sanitari:

* Sull’uso delle mascherine in azienda:

  “Tutti i lavoratori dovranno indossare mezzi per la protezione delle vie respiratorie in tutte le condizioni nelle quali tali misure siano efficaci ad evitare il contagio: presenza di pubblico, impossibilità di distanziamento interpersonale superiore a 1 metro o di separazione fisica, condivisione di mezzi di trasporto.
I dispositivi per la protezione delle vie respiratorie utili per la protezione dei lavoratori dal coronavirus SARS-CoV-2 negli integrali  ambienti di lavoro costituiti da mascherine chirurgiche e mascherine con protezione FFP2/FFP3:
Le mascherine chirurgiche, per poter essere utilizzate negli ambienti di lavoro, devono essere dispositivi medici, oppure devono essere prodotte a seguito del rilascio dell’autorizzazione da parte dell’Istituto Superiore di Sanità ai sensi dell’art. 15 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18.
Le mascherine chirurgiche sono considerate dispositivi di protezione individuale ai sensi dell’articolo 74, comma 1, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n.81, per quanto riguarda la protezione da SARS-CoV-2, come previsto dall’articolo 16, comma 1, del medesimo decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, e possono essere utilizzate negli ambienti di lavoro dove non sia prevista una specifica protezione individuale delle vie respiratorie per altri rischi lavorativi.
Le mascherine con protezione FFP2 o FFP3 sono dispositivi di protezione individuale ai sensi dell’articolo 74, comma 1, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n.81, se sono marcate CE o se sono prodotte a seguito del rilascio dell’autorizzazione da parte di INAIL ai sensi dell’art. 15 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18.”

* Sull’uso dei guanti monouso e degli igienizzanti per le mani

  “Relativamente alla protezione delle mani, in considerazione del rischio aggiuntivo derivante da un errato impiego di tali dispositivi, si ritiene più protettivo consentire di lavorare senza guanti monouso e disporre il lavaggio frequente delle mani con soluzioni idroalcoliche secondo opportune procedure aziendali (fatti salvi i casi di rischio specifico associati alla mansione specifica o di probabile contaminazione delle superfici).”

  “La protezione delle vie respiratorie e delle mani potrebbe già essere prevista in condizioni ordinarie in base al profilo di rischio di ogni singola mansione (per la quale possono essere già previsti dispositivi di protezione di efficacia anche superiore).”

Si sottolinea infine che l’attuale normativa prevede dopo assenza per infezione da Covid-19 di un lavoratore, che questi sia sottoposto a visita medica da parte del Medico Competente prima del rientro anche per assenza inferiore ai 60 giorni continuativi.  

Share Post